venerdì 7 ottobre 2016

187# Sahomar



Cuore d’Acqua, è nato nella lontana Africa sulle sponde del golfo di Guinea da cui il suo cuore prende vita, intorno al XVIII secolo viene deportato insieme agli schiavi nelle colonie Americane. Sahomar assiste da quel momento Hounhan e Mambo nella famosa città di New Orleans in Louisiana: madre patria di culture che si intrecciano, regno di magia ed esoterismo, città meticcia e nera dove il Voodoo si nasconde dietro false spoglie cristiane per continuare a vivere. I Loa, in veste di Santi, continuano a essere invocati attraverso sigilli dipinti a terra con gesso, gusci d’uovo sminuzzati o farina. Rada e Petro, entrambi eseguiti a ritmo di percussioni, danze, canti e stati di trance sono la specialità di questo Momo.
Nelle antiche terre Africane Sahomar è nato sotto la protezione di Legba, il Loa guardiano che apre la strada ad altri regni attraverso la quale ogni altra divinità può passare.
Così come Papa Legba, anche Sahomar è uno spirito potente di comunicazione tra tutte le sfere della vita e della morte.
Sahomar possiede molti oggetti vicino a se tra  le Buzios, la conchiglie divinatorie, che buttatate sul tavolo sono sono “le parole sagge”. Esse incanalano la voce degli antichi spiriti. Sahomar come tutti i Momis, è uno spirito buono che porta aiuto e sostegno nella vita di chi diviene il suo compagno e non desidera essere sfruttato per fini che non contemplino il rispetto dell’altrui volontà.
Sahomar è un compagno ideale per tutti coloro che studiano Voodoo, Hoodoo, Cadomblè o che sono attratti da questi sentieri religiosi. Vi può aiutare nella comunicazione con Legba e gli altri Loa del “Pantheon” africano, sostenervi durante i riti, la trance estatica e la segnatura di Vevè.
E' abile nella comunicazione in molte lingue grazie alle diverse contaminazioni che il Voodoo ha avuto nel tempo; Sahomar  ha forti credenze religiose radicate nello spirito e nel culto degli antenati. La sua conoscenza delle erbe, dei veleni e della creazione rituale di fascini e amuleti, il fatto che sia destinato a proteggere o danneggiare gli altri, sono gli elementi chiave della sua pratica. Affidatevi alla sua sapienza per questo genere di arti.
Per ringraziare Sahomar e dargli una posizione di rispetto, cercate di ricreare uno spazio simile a un hounfour, humbo o oun'phor ovvero un tempio. Sistematelo più semplicemente vicino la pietra d'altare, chiamato per, vicino alle candele e ai vasetti govis per gli antenati. Offritegli cibo, bevande e il denaro così come sonagli rituali, charms, bandiere, pietre sacre e altri accessori.

Nessun commento:

Posta un commento