martedì 3 ottobre 2017

NUOVA VERSIONE DELLE SCOPINE


Per voi queste uniche IRRIPETIBILI e bellissime 4 scopine. Unici pezzi disponibili!
Alte circa 26 cm
Tradizionalmente è la classica “granata” di saggina per spazzare. Il suo scopo è quello di “pulire” dalle energie negative, per tutte le liti domestiche, tensioni familiari, percezioni di vibrazioni negative, per purificare la casa e lo spazio sacro.
La scopa spazza via il negativo, è usata per pulire e purificare la zona usata per il rituale e nelle feste della ruota dell’anno, Inverno e Primavera sono i due momenti dell’anno adatti per tradizione, alla purificazione. Se ne sentite una maggiore necessità, potete farlo anche ad ogni cambio di Luna.
Quando non la si usa la si ripone dietro l’uscio di casa per tenere fuori le energie indesiderate. Anche la scopa, come tutti gli oggetti rituali, dev'essere consacrata prima di essere usata. La scopa è inoltre uno strumento che permette alla Strega di entrare nel Regno dei Sogni. Se lo si desidera si può dare un nome alla scopa, anche se non tutte le Streghe lo fanno.


I poteri magici legati alla scopa si conoscevano fin dall'antica Roma. A quell'epoca le levatrici utilizzavano una scopa con cui spazzavano l’uscio, per allontanare gli spiriti maligni dalla mamma e dal suo futuro bambino.
In Inghilterra le donne, quando uscivano di casa, lasciavano la scopa fuori dall’uscio, e nel Galles e tra gli zingari dopo le nozze, gli sposi entravano in casa a cavallo di una scopa. Da tempi lontanissimi la scopa viene associata ai poteri femminili e alla Magia, e con il tempo sono diventate l’alternativa femminile alla bacchetta magica.
Nel Medioevo si credeva che la scopa fosse il mezzo di trasporto delle Streghe che, attraverso essa, raggiungevano i loro raduni. È in questo strano intricarsi di elementi che prende corpo l’immagine della scopa stregonesca, attrezzo magico che ricorda fortemente il bastone o la bacchetta magica, simbolo priapico e al tempo stesso legato all’albero. Anche la tradizione della scopa potrebbe derivare dagli antichi culti dionisiaci e in particolare dal Tirso, il mitico bastone avvolto da foglie d’edera e vite, e con in capo una pigna, elemento legato alla fertilità per via dei “frutti” che nasconde nel suo seno. Il suo simbolismo infatti, è anche legato alla fertilità, tant’è che nei matrimoni pagani, gli sposi usano saltare dall’altra parte del manico, per propiziare un’unione feconda: negli antichi rituali pagani per propiziarsi la Dea della Fertilità (Artemide in Grecia era adorata, tra l’altro, come protettrice delle partorienti e della fecondità, così come in Egitto la Dea Gatto Bastet, e tra gli Aztechi la Dea Cihuacoatl “donna serpente”), le sacerdotesse, e quante altre donne, cavalcavano le classiche scope durante determinate festività. Ma è con le Erinni, le Furie e soprattutto con le Arpie ammaliatrici, mostri con testa di donna e corpo di uccello, come le omeriche Sirene dell’Odissea, che nasce la visione di un essere diabolico, ma non ancora denominato “strega”. Purtroppo per chi non conosceva le finalità di questi riti, il tutto appariva strano, assurdo, e si finiva per travisare il significato



Queste scope sono state realizzate dalla loro base di saggina. E’ stata visualizzato l’atto di spazzare via le energie negative e raccogliere quelle positive, così che questa energia permeasse fin da subito nella lavorazione delle scope: “la purificazione io impregno”.
 Le scope sono state dipinte a mano e decorate con fili colorati perché questo piacesse agli spiriti familiari della casa in cui poi le scopre vivranno. In accordo con tali spiriti il potere di purificazione potrebbe essere ancora maggiore, non è insolito infatti, chiedere ai propri geni un piccolo aiuto in questo senso.
Ho scelto poi dei gioielli della tradizione da legare su ogni scopa. 
Ogni scopa è stata purificata e ha subito una prima consacrazione, ciò non vuol dire che non ne potrà seguire una vostra personale. Ricordate che ogni movimenti che fare con questo strumento deve esser compiuto in senso orario.

4 disponibili fino ad esaurimento.

Nessun commento:

Posta un commento